• Claudio Gurrieri

Querela

Il diritto di querela sorge in capo ad "ogni persona offesa da un reato per cui non debba procedersi d'ufficio o dietro richiesta o istanza" ex art. 120 del Codice Penale.

La persona offesa da un reato può presentare la querela personalmente o tramite procuratore speciale (art. 336 c.p.p.).

Il diritto di querela secondo quanto dispone l'art. 124, 1° comma, c.p., deve essere esercitato entro tre mesi dal giorno in cui la persona offesa ha avuto notizia del fatto che costituisce reato.

Ecco il FAC-SIMILE dell'atto:

Al procuratore della repubblica presso il tribunale di ___________ (luogo del tribunale competente)

Io sottoscritto ______________________ generalità _______________ espongo quanto segue.

Esporre i fatti _______________ in prima persona

***

Pare chiaro che i comportamenti sopra descritti, tenuti nei miei confronti da ______________, siano stati gravemente lesivi del __________________ (indicare i bene giuridico leso dal reato).

Per tali motivi con il presente atto querelo il signor _______________ generalità ______________ chiedendone la punizione per il reato di __________________ e per tutte le altre ipotesi di reato che l’autorità, a cui questo atto è indirizzato, dovesse ravvisare nei comportamenti denunciati.

Chiedo di essere informato, ai sensi dell’art. 408 C.P.P. comma 2, di una eventuale richiesta di archiviazione da parte della Procura.

Nomino mio difensore di fiducia, l’avv. ___________________ del foro di ________________, con studio legale in via __________________ n. ___________, __________.

_______________, lì _________________

FIRMARE DAVANTI AL PUBBLICO UFFICIALE CHE RICEVE L'ATTO

2 visualizzazioni0 commenti