• Claudio Gurrieri

Circolare n. 10 Agenzia delle Entrate - Rinvio delle udienze e sospensione dei termini processuali

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta con la circolare n. 10 /E del 16 Aprile 2020 al fine di fornire importanti chiarimenti in merito al rinvio di udienze e sospensione dei termini processuali dovuti all'emergenza COVID19, altrimenti detto CORONAVIRUS.

Ecco di seguito uno stralcio della circolare interamente scaricabile in formato pdf cliccando qui.

Al fine di fronteggiare la situazione di emergenza determinata dall’epidemia da COVID-19, sono stati emanati provvedimenti legislativi, che hanno previsto, tra l’altro, una specifica disciplina in materia di giustizia civile, penale, amministrativa, tributaria e militare.

In particolare, l’articolo 83 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, rubricato «Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19» (di seguito: articolo 83), contiene alcune disposizioni volte al differimento delle udienze e alla sospensione dei termini processuali.

Come rilevato nella Relazione illustrativa all'articolo 83, già con il precedente decreto-legge 8 marzo 2020, n. 11, recante «Misure straordinarie ed urgenti per contrastare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell'attività giudiziaria» è stato previsto «un differimento urgente delle udienze e una sospensione dei termini nei procedimenti civili, penali, tributari e militari» dal 9 al 22 marzo 2020.

Tuttavia, in considerazione del «rapidissimo mutamento del quadro epidemiologico in atto», con l'articolo 83 si è ritenuto «di dover prorogare il predetto termine del 22 marzo al 15 aprile 2020», inserendo «in un unico articolo il contenuto degli articoli 1 e 2 [del decreto-legge n. 11 del 2020] con taluni adeguamenti nella formulazione al fine di chiarirne l'effettiva portata applicativa e le integrazioni necessarie per il completamento della disciplina emergenziale».

Successivamente, con l’articolo 36 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 (di seguito: articolo 36), recante «Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali», il termine del 15 aprile 2020 è stato prorogato all’11 maggio 2020.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Querela